Adriana Campagnaro

Pittrice

Adriana Campagnaro è nata a Fontaniva (PD) nel 1964. Intraprende gli studi tecnico-amministrativi, ma già da giovanissima è appassionata dalla pittura e affascinata dal colore.
Nel 2003 riesce ad approfondire il suo percorso creativo con la Scuola di Gianni Chiminazzo.
Sperimenta varie tecniche pittoriche non solo con l’olio ma anche usando l’acquerello e l’acrilico.
Inizia con la pittura figurativa dove i suoi quadri sono stati definiti come campiture tonali, ora profonde ora brillanti, quasi decorative, sono espressioni personali di un mondo inedito ed incantato. Le sue tele raccontano memorie, momenti di una natura libera e incontaminata.
Dopo un viaggio tra la variopinta e frastornante India ha compreso che i colori hanno una loro energia e la trasmettono a chi la sa cogliere. Ha sentito la necessità di esprimere la sua creatività in maniera diversa dai soliti canoni pittorici. L’intento era di “rompere” gli schemi, cercando l’attimo ed imprimerlo nella tela. Pertanto dopo un percorso di profonda ricerca introspettiva di sé, frequenta la scuola di Pittura Intuitiva di Livia Cuman.
Sente la necessità di esternare con il colore il proprio “sentire interiore” con l’obbiettivo di trasmettere momenti di gioia e di serenità.
Le semplici pennellate si trasformano in una fusione cromatica racchiudendo attimi di emozioni e sentimenti.
Ogni tela è una continua ricerca personale poiché rappresenta lo stato d’animo di quel momento.
Dal 2007 al 2015 ha esposto in varie mostre collettive in Italia. Le più significative sono a Bassano del Grappa (VI) al Castello degli Ezzelini, a Marostica (VI) presso Chiesetta San Marco e tra le più recenti da segnalare: Chianciano Terme, La Biennale della Creatività a Verona, fra gli artisti emergenti alla 25a Arte Padova, a Fratta Polesine (RO) presso Villa Badoer.

Adriana Campagnaro su Facebook